Discernimento vocazionale

 

Signore, che vuoi che io faccia?

 

Così San Francesco si rivolgeva al Signore, quando sentiva che nella sua vita qualcosa stava cambiando.
Una strana inquietudine veniva a confondere i progetti che fino a poco prima lo entusiasmavano.

 

Chissà che questa domanda non sia anche la tua:
Signore, che vuoi che io faccia?


…quest'espressione rimanda ad un incontro con
l'Amore. L'iniziativa di quest'incontro è certamente di Dio stesso che da sempre ci chiama alla comunione con Sé. A te, che sei alla ricerca di questo luogo nel quale l'Amore desidera incontrarti e nel quale tu vuoi incontrare Lui, vogliamo offrire delle luci per scoprire se esso sia nel consacrare la tua vita al Signore abbracciando il carisma di S. Chiara d'Assisi. S. Chiara era una giovane, come te, che sentiva il desiderio di consacrarsi al Signore, ma non sapeva dove, come. La conoscenza di S. Francesco, che fu la sua guida, dopo Dio, nel "discernimento vocazionale", le illuminò il cammino. Anche tu puoi trovare nella nostra Fraternità l'ascolto e l'aiuto lungo questo percorso di ricerca, perché il Signore ci parla anche attraverso le mediazioni umane.

Per questo accogliamo in parlatorio le giovani che desiderano avere qualche colloquio spirituale, al fine di essere aiutate nella conoscenza della volontà di Dio.

 

Mettersi in ascolto

Ogni vocazione nasce dall'ascolto profondo della Parola, in un colloquio cuore a cuore, nel quale il Signore ci parla a tu per tu. La Bibbia è una lettera stupenda che Dio ci ha indirizzato a alla quale non possiamo rimanere indiffe-renti.

Ci sono versetti, ascoltati chissà quante volte, ma che ora è bene sentire che risonanza hanno in te: "Io la sedurrò, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore" (Os 2, 16).

"Ti farò mia sposa per sempre" (Os 2, 21).

"Tu sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno di stima e io ti amo" (Is 43, 4a).

"Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me" (Mt 11, 37 – 38).

"Se vuoi essere perfetto, và, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; poi vieni e seguimi!" (Mt 19, 21). "Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta" (Lc 10, 42).

"Non c'è amore più grande di questo: dare la vita" (Gv 15, 13). Quale Parola ha fatto palpitare in modo diverso il tuo cuore? Se non l'hai trovata cercala nella Sacra Scrittura , perché lì il Signore l'ha posta per te! Quando la troverai avvertirai lentamente che ti chiede qualcosa, ti chiama. Dove?

 

Venite e vedrete

Solo vivendo un'esperienza forte di comunione con Colui che chiama si può capire meglio ciò che chiede, per questo offriamo alle giovani in discernimento vocazionale due modalità di esperienza nel nostro Monastero.

 

1) Per chi è ancora all'inizio del cammino di discernimento e non ha un chiaro indirizzo vocazionale, ma ha bisogno di trascorrere qualche giorno di silenzio e meditazione, partecipando ai nostri momenti di preghiera (S. Messa, Liturgia delle Ore, S. Rosario), avendo degli incontri con noi, lo può fare usufruendo dei locali della foresteria.

 

2) Per chi ha già un orientamento più chiaro verso il carisma clariano, è possibile entrare in clausura così da poter vivere in pienezza la nostra vita semplice, intessuta di preghiera, relazioni fraterne e lavoro. Il tempo massimo di permanenza è di 3 mesi.

 

Per prendere contatti con noi,
Sorelle Povere di S. Chiara,
puoi:

telefonare allo 095.686078

tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 11.15 e dalle 16.00 alle 17. 30

venire in Monastero Via S. Placido 45 in Biancavilla Ct

tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 11.15 e dalle 16.00 alle 17. 30

scrivere a Clarisse Monastero S. Chiara

Via S. Placido 45

95033 Biancavilla CT

E-mail    monasteroschiara@clarisse-biancavilla.org

Il Signore
sia sempre con voi
ed Egli faccia che voi
siate sempre con Lui.
S. Chiara